Sostegno centri antiviolenza per donne maltrattate

La Regione Abruzzo eroga contributi per il sostegno, l'attivazione e la gestione di Centri antiviolenza e Case antiviolenza per donne maltrattate.

Glio Enti locali e le associazioni e organizzazioni operanti nella Regione Abruzzo nel settore del sostegno e dell'aiuto alle donne vittime di violenza, che abbiano maturato esperienze e competenze specifiche in materia di violenza contro le donne, possono beneficiare dei seguenti contributi:

  • ai Centri pilota antiviolenza operanti in Abruzzo è concesso un finanziamento massimo di 60.000 euro, fermo restando la facoltà dei soggetti richiedenti di finanziare i progetti, oltre detti importi, con risorse a proprio carico;
  • ai Centri antiviolenza di nuova istituzione è concesso un finanziamento massimo 66.650 euro e la quota obbligatoria di cofinanziamento a carico del soggetto proponente è pari al 40% di tale importo, fermo restando la facoltà dei soggetti richiedenti di finanziare i progetti, oltre detto importo, con risorse a proprio carico.
  • alle Case di accoglienza si assegna un finanziamento massimo di 66.650 euro e la quota obbligatoria di cofinanziamento a carico del soggetto proponente è pari al 40% di tale importo, fermo restando la facoltà dei soggetti richiedenti di finanziare i progetti, oltre detto importo, con risorse a proprio carico.

Le domande di sostegno devono essere presentate entro il 30 settembre 2021 tramite PEC all'indirizzo dpg023@pec.regione.abruzzo.it.

Settore
Area Espositiva


Mappa
Contatti
Allegati
News correlate
Bandi collegati

Risposta

Lascia un commento - Inizia una nuova discussione

Copyright ® Telematica Italia S.r.l. 2021 - Tutti i diritti riservati